Breaking news
18 Ottobre 2019

Stammi Vicino

17 Ottobre 2019

Non ci ritorna la marea

16 Ottobre 2019

I tuoi occhi azzurri

8 Ottobre 2019

Isolane

24 Settembre 2019

L’armonia del tuono

23 Settembre 2019

Quando scrivo…

Navigando

Navigando

Siamo nella stessa barca.

Quante volte mi sono sentita dire: tranquilla, siamo nella stessa barca!

Quasi a volte ripetuto per darmi conforto in risposta a qualche situazione non proprio delle migliori.

Siamo nella stessa barca.

Quando mi sono ritrovata da sola, dopo aver lasciato la mia città natale per una a mille chilometri perché avevo deciso di diventare “grande”, di mettermi in gioco, di imparare  a essere donna, una persona che sapesse fronteggiare il mondo.

…tutte curiose di sapere se ce l’avremmo fatta

Lì ho incontrato tante persone che salivano sulla mia stessa barca, nella mia stessa situazione. Alcune più sorridenti, altre meno, altre impaurite, ma tutte curiose di sapere se ce l’avremmo fatta.

 

Siamo nella stessa barca.

Quando dopo la laurea mi sono ritrovata a inviare centinaia, che dico migliaia, di curriculum nella speranza di trovare uno stralcio di stage. Sì lo stage, perché ormai siamo la Repubblica fondata sugli stagisti.

Quante porte in faccia chiuse ho avuto, quante vane speranze si affollavano, ma eravamo in tanti a doverle dividere e condividere.

Siamo nella stessa barca

Quando mi sono ritrovata a piangere sulla spalla di Isa per un amore non andato. Per il tradimento ricevuto, scoperto, che mi aveva ferita, dilaniata e ancor di più mi aveva smarrita.

L’amore, quel sentimento che ci riempie e ci svuota come se fossimo un contenitore per gli alimenti.

Siamo nella stessa barca

Quando ho deciso di prendere quel treno, emozionata come una ragazzina come quando avevo vent’anni, per vivere e consumare un desiderio che bruciava e ardeva dentro di me.

E quando il giorno dopo me ne sono andata con quell’unico bagaglio che avevo portato con me, delusa e amareggiata perché non era andata come speravo.

E nonostante l’età adulta e l’epilogo, sorridevo perché non ero completamente arida riuscivo ancora a stupirmi.

Siamo nella stessa barca.

Quando sono stata molestata a diciotto anni e ho iniziato ad avere un rapporto complicato con il sesso.

Crescendo e diventando donna, ho capito quante volte ogni giorno siamo vittime di molestie.

Ma sono diventata molte forte.

Siamo nella stessa barca, ogni qual volta la mia vita si intreccia con quella di un’altra persona, ogni qual volta condivido una parola, un sorriso, una lacrima, un arrivederci, un bacio.

Così, adesso mi sono ritrovata a scrivere la storia di Sofia.

Contatore
  • 34
    Shares

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply

Breaking news
18 Ottobre 2019

Stammi Vicino

17 Ottobre 2019

Non ci ritorna la marea

16 Ottobre 2019

I tuoi occhi azzurri

8 Ottobre 2019

Isolane

24 Settembre 2019

L’armonia del tuono

23 Settembre 2019

Quando scrivo…