Breaking news
23 Aprile 2019

Il pozzo

15 Aprile 2019

Alcolisti anonimi

12 Aprile 2019

Un’altra vita

8 Aprile 2019

I numeri di MARZO 2019

5 Aprile 2019

Boom

27 Marzo 2019

Primavera

Di che colore era il mare?

Di che colore era il mare?

La guerra è un torrente violento
che scendendo strappa sassi
alle sponde irregolari
e un ciottolo d’acqua dolce
stamattina si è arenato
su una spiaggia
a pochi passi da qui
a faccia in giù lo hanno trovato
mentre per la prima volta
assaggiava il sale
e dopo aver urlato al fratello
“voglio tornare a giocare!”

Aylan, dimmi
che sapore ha il male?
Figlio mio
le mie mani ti hanno ucciso
ma le mie mani avrei voluto allungare

La guerra scende come pioggia dal cielo
dal culo di un aereo
e uccide dove colpisce,
distrugge, sparpaglia
a centinaia, a migliaia in fuga
corrono come tori a Pamplona verso il mare
che è corridoio, corsia preferenziale,
muro, labirinto, pozzo,

è bianco, è nero, menzogna e speranza,

salto, baratto, corsa ad ostacoli
ma stamattina un bambino
in un’onda, è inciampato
ed ora sta lì
la battigia a fissare
tre anni
e non può più giocare
e non ha nient’altro che rena da guardare
tre anni
ma ti hanno sentito tutti urlare
anche se non potevi urlare
anche se son tutti sordi
ma ti hanno visto tutti a faccia in giù morire
anche se non dovevi morire
anche se son tutti ciechi

Aylan,
che sapore ha il male?
quanto brucia il sale?
quanto scotta il sole?
Figlio mio
di che colore era il mare?
mi piace immaginare

del colore degli occhi di tua madre…

 

 

 

 

Contatore
  • 25
    Shares

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply

Breaking news
23 Aprile 2019

Il pozzo

15 Aprile 2019

Alcolisti anonimi

12 Aprile 2019

Un’altra vita

8 Aprile 2019

I numeri di MARZO 2019

5 Aprile 2019

Boom

27 Marzo 2019

Primavera