Breaking news
13 dicembre 2018

L’anello

6 dicembre 2018

Giochi d’infanzia

5 dicembre 2018

Nascondino

22 novembre 2018

Cara Santa Lucia

20 novembre 2018

Un raggio di sole

16 novembre 2018

Ho smarrito il destinatario

Sapori di Autunno.

Cari amici, rieccoci al nostro consueto appuntamento mensile. Come anticipato nell’articolo precedente, abbiamo intrapreso una nuova collaborazione con un differente Mastro Oste:  Dante La Gala dello storico “Vino, Birra & Rock’n’Roll” di Nola, locale molto conosciuto nell’agro nolano e attivo fin dal 1981.

Per l’inizio di questa nuova avventura, il buon Dante ha deciso di proporre un cocktail ispirato alla stagione che stiamo vivendo: l’autunno.

La sua creazione è infatti un twist (ndr: variante personalizzata) di due celebri cocktail che tutti voi conoscerete: Old Fashioned e Boulvardier.

Per riuscire nell’ardito compito, il sagace Mastro Oste ha impiegato uno sciroppo di miele di castagno con  tè rooibos (di origine africana) e cannella al posto della classica zolletta impiegata nell’Old Fashioned,Vermouth infuso con le fave di cacao (sostituendo il classico vermouth presente nel Boulevardier), bourbon Maker’s Mark,  Elisir delle Sirene per il tocco agrumato e, in fundis, ma non affatto trascurabile, ha arricchito il tutto con un’affumicatura a base di noce Hickory statunitense.

Insomma, non posso certo dire che la ricetta mi sembri banale ed anzi mi sembra studiata con molta cura.

Dopo la preparazione, con tanto di “immersione” nella cappa affumicatrice, mi viene servito in classico tumbler come fosse un normale Old Fashioned. Ma dall’aroma che percepisco nell’aria (legno affumicato) mi rendo subito conto che mi si prospettano delle interessanti sorprese.

All’olfatto, soprattutto nei primi minuti, l’aroma di legno affumicato è particolarmente intenso, ricordando a tratti l’incenso o un whisky molto torbato. Per apprezzare appieno il cocktail, suggerisco di attendere 4-5 minuti. Al legno, che inizia a ricordare l’odore di un mobile antico, si affianca una piacevole nota salmastra, nonché un leggero tocco agrumato.

Al palato risulta molto equilibrato e, al contempo, incisivo rilasciando una nota di ciliegie nere accompagnate elegantemente da chinotto ed arancia amara. Ancora, sprazzi di cannella e un piacevole retrogusto di zucchero di canna caramellato. In fundis, spezie del legno.

Nel finale dimostra una lunga persistenza, contrassegnata da note fumose, arancia e chinotto.

In conclusione, a mio parere si tratta di un eccellente twist di due tra i cocktail più famosi del mondo, realizzato con cura, eleganza e maestria dal nostro Mastro Oste!  In sede olfattiva, strizza l’occhio ai whisky scozzesi torbati, tanto apprezzati dal sottoscritto (e non solo).  Al palato, risulta essere più dolce di un classico Old Fashioned, ma l’ho trovato armonico e molto piacevole da bere non risultando troppo impegnativo. Bene così!

 

Contatore
  • 86
    Shares

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply

Breaking news
13 dicembre 2018

L’anello

6 dicembre 2018

Giochi d’infanzia

5 dicembre 2018

Nascondino

22 novembre 2018

Cara Santa Lucia

20 novembre 2018

Un raggio di sole

16 novembre 2018

Ho smarrito il destinatario