Questo argomento contiene 0 risposte, ha 1 partecipante, ed è stato aggiornato da  Amministratore 1 anno, 3 mesi fa.

Stai vedendo 1 articolo (di 1 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #2345

    Amministratore
    Amministratore del forum

    Ok, mettiamo le carte sul tavolo e parliamo chiaramente: la verità è che noi proviamo a fare questo mestiere offrendo a chi osserva così come a chi propone un proprio contributo, un piccolo spazio di libertà, di spensieratezza anche, di sfogo, soprattutto.
    Eppure, a volte, la realtà sembra oltrepassare la fantasia. E, permetteteci di aggiungere: purtroppo, in peggio.
    Cerchiamo sempre di proporre temi che siano sufficientemente generici per consentire ad ognuno di voi di esprimersi al meglio, e lo facciamo tenendo sempre d’occhio un nostro pallino: l’attenzione per gli ultimi.
    Sentiamo, sempre più spesso, parlare di vite umane come se fossero cose, di barche cariche di speranze che, invece, vengono dipinte come barche cariche di rifiuti. “Noi chiudiamo i porti, quel che ci accade attorno non ci interessa”, è diventata l’insostenibile litania che si sente di sottofondo ovunque, dalla televisione, ai discorsi da strada fino a raggiungere la sua apoteosi proprio nel mezzo che noi di Story-tellers.it utilizziamo per divulgare il nostro messaggio: il web.

    Non riusciamo a restare indifferenti a questo scempio. Non lo abbiamo mai fatto, non iniziamo a voltarci dall’altra parte proprio ora che c’è più bisogno di restare uniti. Anche nel primo dei nostri Quaderni, il “Sulla Zenone”, abbiamo prestato attenzione massima a tematiche di carattere sociale. Il nuovo fronte che si apre, ultimamente, merita una nostra presa di posizione.
    Sia ben chiaro: non ci piace aprire discussioni inutili, futili, sterili, su questioni di lana caprina, del tipo: prima gli italiani. Siamo fermamente convinti di appartenere ad un’unica razza, quella umana. E noi, consentiteci questo riferimento al compianto Vittorio, “restiamo umani”.
    Pertanto, il tema di questo luglio si ispira a tutto ciò, pur tenendo fede a quei principi di “genericità” che abbiamo adottato per consentire ad ognuno di voi di lasciar fare all’ispirazione.
    Ve lo sveliamo immediatamente, prima non possiamo ignorare le necessarie raccomandazioni (ci teniamo, abbiate pazienza):

    Lo scopo

    Creare insieme a tutti voi una storia scritta a più mani. Lasciatevi guidare dall’ispirazione. Scrivete, disegnate, fotografate; raccontate una storia realmente accaduta o di fantasia, l’importante è che vi sentiate liberi di esprimervi al meglio

    Lo sbocco

    Alla fine di ogni mese verranno individuate due tipologie di contributi: quello che ha ricevuto maggiori feedback tanto su Story-tellers quanto sui maggiori social network, e quelli che hanno colpito maggiormente l’attenzione dello staff per stile, spunto, emozione. Questi contributi entreranno di diritto a far parte di una raccolta pubblicata dalla nostra casa editrice e distribuita sia in formato e-book che in formato cartaceo sui nostri canali di distribuzione.

    Le regole

    Di base occorre soltanto: Essere iscritti al sito (l’iscrizione è totalmente gratuita) e proporre un’opera originale. Nient’altro. Ogni utente potrà presentare anche più di un contributo per uno stesso tema e non esistono limitazioni per quel che concerne la lunghezza del post. Per informazioni più dettagliate, vi rimandiamo alla sezione Regolamento del sito.
    Ora si, ci siamo: il tema del mese di Luglio è…

    Gli Ultimi

    Continuiamo così questo terzo ciclo, mentre abbiamo già messo mano alla stesura del secondo dei nostri Quaderni, che sarà pronto per settembre/ottobre. Intanto, godetevi il Quaderno I, se non l’avete già acquistato, potete rimediare cliccando qui

    Ora però, animo: esprimetevi su “Gli Ultimi”. Vi stiamo aspettando!

Stai vedendo 1 articolo (di 1 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.